Stalin per ubriacare i russi

Anche se l’atteggiamento ufficiale della Georgia alla figura di Stalin (che era georgiano) rimane strettamente negativa, vi sono varie opinioni divergenti in merito. Questo è il motivo per il quale le immagini di Stalin sono talvolta utilizzate in commercio e in questo caso dai produttori di vino georgiano. Questo nuovo design per l’etichetta della bottiglia è stato recentemente pubblicato da “Packaging of the World” e altri media on-line specializzati.
Il
progetto è stato sviluppato dall’agenzia russa Gran Buro. Quattro vini georgiani – Khvanchkara, Kindzmarauli, Mukuzani, Tsinandali – appaiono con il marchio Stalinskoye Slovo ( “parola di Stalin”). Nelle etichette dei vini leggiamo “prodotto ed imbottigliato in Georgia”, ma il nome del produttore di vino non è visibile. 

“Joseph Vissarionovich Stalin fu il leader dell’Unione Sovietica dalla metà degli anni 1920 fino alla sua morte nel 1953… Era un amante assoluto di vino, soprattutto vino georgiano, “- si legge nel sito web ufficiale.

L’etichetta dei vini offre non solo un ritratto di Stalin, ma anche una delle sue citazioni. Il testo dell’etichetta è per lo più in russo con un minimo di testo in stile georgiano, il che suggerisce che tal vino con tale etichetta è probabilmente destinato alla sola esportazione verso la Russia.

fonte: Hvino news

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *