Abanotubani, terme, tbilisi, georgia

Informazioni

Tbilisi... forse dovrei esprimermi in maniera storico geografica come fanno tutti i siti che vogliono darsi un tono e come Tbilisi meriterebbe, ma qui siamo più pratici, a destra trovate i video dei quartieri (distretti) principali della città e qui di seguito riporto il link della storia da leggere su wikipedia… Desidero in questo sito e sul mio blog scrivere delle info utili e curiosità importanti, per chi viene per turismo e per chi magari pensa di stabilirsi, quelle notizie che si vivono ogni giorno, quelle che poi interessa sapere per districarsi da soli in qualsiasi luogo che non si conosce o si vuole conoscere meglio
Curiosità e Info utili generali: 
 

Prima di arrivare: controllate il passaporto, se non è scaduto ed ha più di 6 mesi di validità, che dire, vi aspettiamo, non serve altro (no visti se cittadini Italiani – Shengen) e potete stare n Georgia per un periodo di 365 giorni. Dall’8 giugno 2015 è stato approvato l’ingresso con la carta d’identità per i cittadini italiani (qualora i voli siano diretti) o verificate sempre se gli scali lo consentono. Con il passaporto non si incorre in alcun problema.

 

All’arrivo : arrivando all’aeroporto internazionale di Tbilisi Shota Rustaveli, prima del controllo passaporti sulla destra trovate il cambio. Cambiate solo 50 euro troverete cambi più favorevoli disseminati in tutta la città durante il giorno. Al controllo passaporti dimenticate che la Georgia è ex CCCP, qui spesso e volentieri si riceve un sorriso sincero di benvenuto e il gesto è solo l’anteprima dell’immenso senso di ospitalità che caratterizza i Georgiani. Una volta ritirato il bagaglio, se non avete prenotato un trasporto per il vostro hotel dall’Italia, nessun problema, come uscite dal settore arrivi, dopo aver scavalcato alcune persone che, alla vostra apparizione, vi sommergeranno con la fatidica sequenza “taxi taxi taxi”. Prendere un taxi in Georgia è per noi europei decisamente economico, prendete uno di quelli in fila all’uscita, pulito e in ordine e prima di salire a bordo, con un filo di inglese o meglio a gesti o meglio ancora ben scritto in un pezzo di carta con il nome del vostro hotel, concordate il prezzo per il centro di Tbilisi ( o secondo la zona del vostro hotel) sui 35 – 45 Gel a taxi.
La Sicurezza: quello che oggi affascina il turista ma soprattutto chi come me ci abita, è la massima tranquillità con cui si passeggia per le strade di Tbilisi. Da anni è stato messo a punto un progetto di riordino della polizia che a oggi si trova ad ogni angolo di strada, specialmente la sera. Si gira la città in tutta tranquillità, gli unici soggetti fastidiosi non sono locali bensì i soliti zingarelli soprattutto nella zona delle terme di Abanotubani.
L’ospitalità: sebbene il suono della lingua georgiana non è cosi caldo al nostro orecchio, non spaventatevi, nel maggiore parte dei casi è una parola gentile. Qui l’ospite è sacro e l’ospite rispettoso viene travolto da cibarie, bicchieri alzati per infiniti brindisi, in maniera sincera, cordiale, calorosa. Le persone irrispettose un tempo non la passavano liscia, d’altra parte la statua della Madre Georgia che domina la città parla chiaro… ti offro il vino da amico, assaggi la spada da nemico.
La Lingua: imparare il georgiano è quasi una mission impossible, un pò di inglese i giovani lo capiscono, il russo in tanti, per noi Italiani che parliamo bene (e magari solo) l’italiano, meglio scriverci l’indirizzo di dove pernottate in un biglietto da mostrare in caso di necessità e se volete far sorridere imparate le tre parole fondamentali: Garmagiobat (Salute, salve) Ukazravat (Mi scusi o per favore) Madlobt (Grazie) scritte qui come dovrebbero essere pronunciate
La Moneta : Il gel chiamato da tutti Lari viene cambiato per l’ euro ovunque. Necessario cambiare perchè i negozi e ristoranti non accettano euro. 1 euro vale 4 lari a Gennaio 2021. Il costo della vita, per turismo, trasporti, ristoranti è metà che in Italia. Quindi cambiate poco per volta. Carte Debito (quelle che richiedono pin) preferite e quelle di Credito e accettate dappertutto. Consiglio comunque sempre un po’ di contante con voi.
La guida stradale:
A tanta ospitalità non corrisponde educazione civica. Quello che lascia perplessi è senz’altro la condotta di guida tipica Georgiana, chi arriva prima passa e chi arriva secondo cerca di passare lo stesso… fate attenzione strisce pedonali pressoché inefficaci, non vengono mai rispettate, il pedone conta poco o niente a qualsiasi sesso appartenga. La precedenza è un optional che si cerca di acquisire con fatica.
Cosa vedere e cose da non perdere a Tbilisi: 
Innumerevoli sono le cose da vedere nella capitale, tutto per noi europei è affascinante, compreso il contrasto tra le zone già rinnovate della città e quelle ancora fatiscenti che raccontano di un passato recente non certo entusiasmante. Per chi come me ama la fotografia, ogni angolo ha un motivo per essere impresso, ogni balcone tipico, restaurato o diroccato, esercita un’influenza emozionale ed una forte ispirazione fotografica. Nel mio blog descrivo il tour Fotografico di Tbilisi a cui rimando per un itinerario nel cuore della città…qui riporto in ordine didascalico e non d’importanza le 20 cose da non perdere  a Tbilisi arricchito dove possibile dal link fotografico:
1) Metekhi chiesa – piazzale – panoramica 2) Narikala Fortezza e Chiesa di San Nicola 3) Abanotubani terme e bagni sulfurei e passeggiata alla cascata 4) Cattedrale Armena di San Giorgio 5) Sioni l’antica cattedrale 6) Shardeni la via dei locali, ristoranti e vita notturna 7) la chiesa di Jvari Mama e di Norashen 8) la basilica di Anchiskati 9) Il Ponte della Pace 10) Piazza Europa e la funicolare alla fortezza 11) Freedom Square 12) Il distretto di Sololaki 12) il distretto di Kalaubani 13) Viale Rustaveli 14) Viale Chavchavadze 15) Sameba cattedrale dello Spirito Santo 16) Museo delle belle arti Shalva Amiranashvili 17) il viale Agmashenebeli 18) Museo Nazionale Archeologico della Georgia 19) pranzo o cena in ristorante tipico georgiano 20) Spettacolo Folkloristico